Assemblee generali

Febbreaio 2020: Conferenza-Dibattito ERPA al Parlamento Europeo - Bruxelles

 

Piu’ di 80 persone hanno partecipato  oggi, giovedì 6 Febbraio al Parlamento Europeo a Bruxelles, per la conferenza-dibattito organizzata dall’ ERPA sul tema : ”Allevamento avicolo europeo : una realtà ? Focus sull’ allevamento avicolo biologico”.

 

Dopo il  caloroso benvenuto dell’ eurodeputato  Eric Andrieu (S&D, Francia) – sponsor dell’evento – hanno parlato diversi oratori :

  • Maciej Golubiewski, capo dello staff del commissario per l’agricoltura Janusz Wojciechowski, ha espresso il sostegno del suo commissario per l’allevamento avicolo biologico  e ha sottolineato il suo potenziale per realizzare la transazione prevista dal Patto Verde Europeo. Nel corso dell’anno verrà proposto un piano d’azione per lo sviluppo dell’agricoltura biologica.

  • Laurène Leroy di ITAVI ha presentato un recente studio intitolato "Situazione attuale delle filiere avicole biologiche nell’ Unione Europea", che evidenzia la diversità dell’avicoltura biologica in Europa e le disparità tra gli Stati membri, in applicazione della legislazione europea sull’ agricoltura biologica.

  • Per voce del suo presidente Carlos Terraz, l’ERPA ha messo in guardia del rischio di industrializzazione indotto dal regolamento europeo 218/848 relativo alla produzione biologica e ai relativi atti di esecuzione che entreranno in vigore il 1 Gennaio 2021. "Abbiamo potuto constatare che  il futuro regolamento non corrisponde del tutto ai nostri valori. Ad esempio, non ci saranno piu’ restrizioni sulle dimensioni degli allevamenti, una realtà che implica una “industrializzazione” che si allontana completamente dall’immagine che i consumatori hanno del metodo di produzione biologica.“

  • La questione del modello di allevamento avicolo biologico da promuovere è stata discussa con precisione durante una tavola rotonda con Nicolas Verlet ( Commissione Europea ), Lone Andersen  (Copa-Cogeca), Yolin Targé ( rappresentante di ERPA e allevatore in Vallonia ) nonché Signor Andrieu. Gli scambi hanno messo in luce la crescita della domanda di prodotti biologici ma anche posizioni divergenti su elementi centrali delle normative europee come la definizione di crescita lenta del pollame o la superficie massima autorizzata degli allevamenti per galline ovaiole.

  • Per Eric Andrieu, il regolamento di base dell’agricoltura biologica è (già) superata e la questione “primaria” dei cambiamenti climatici richiede maggiori ambizioni circa la produzione biologica, che i funzionari eletti devono essere in grado di anticipare a causa del “divario tra tempo economico e tempo legislativo“.

Febbreaio 2019: Assemblea Generale de ERPA a Namur

Giovedì 7 Febbraio si è svolto a Namur (Belgio) l’Assemblea Generale ERPA. Questo incontro è stato l’occasione per uno scambio costruttivo con i rappresentanti delle istituzioni europee su tema “Pollame rurale e prossima politica agricola comune (PAC): sfide e opportunità”.

Dopo un caloroso benvenuto di José Renard, capo del Ministero Vallone dell’Agricoltura, che ha illustrato il pano strategico della Vallonia di come promuovere lo sviluppo di pollame alternativo, i partecipanti hanno potuto familiarizzare con la costruzione della prossima PAC, attraverso la presentazione di Michel Dantin (deputato al Parlamento Europeo), Brigitte Misonne della Commissione Europea (CE) E Philippe Musquar del segretariato della commissione parlamentare per l’agricoltura e lo sviluppo rurale.

I partecipanti hanno convenuto che le produzioni supportate da ERPA (pollame all’aperto, qualità e avicoltura familiare) sono in linea con le aspettative della società europea e gli obiettivi della futura PAC, come il benessere degli animali, la salvaguardia dell’ambiente, o la rivitalizzazione delle aree rurali…

Questi sono stati discussi in una tavola rotonda con Karina Gloanec, Maurin (MEP), Brigitte Misonne (CE), David El Mechall (Rappresentante permanente della Francia presso l’UE), José Renard (Capo di Stato Maggiore del ministro vallone dell’agricoltura), Isabelle Jaumotte (Federazione Vallone dell’Agricoltura) ed Eric Cachan (rappresentante dell’ERPA e allevatore di pollame Label Rouge in Francia). Gli scambi molto interessanti hanno dimostrato che sarà certamente possibile sostenere meglio la produzione di pollame rurale nella futura PAC, ad esempio attraverso interventi settoriali, eco programmi o aiuti allo sviluppo rurale.

Carlos Terraz, presidente dell’ERPA, ha concluso con queste parole : “Questo aiuto gli allevatori di pollame rurale promuoverà molto concretamente la rivitalizzazione delle zone rurali e lo sviluppo di una produzione alternativa ; sarebbe un forte impegno per i produttori e i cittadini”.

Febbreaio 2018: Assemblea Generale de ERPA a Madrid

L’Assemblea Generale ERPA del 9 Febbraio 2018 a Madrid, ha atto il benvenuto a circa 90 persone, tra cui un gran numero di membri ERPA e molti spagnoli interessati agli argomenti discussi oggi. Questa giornata è stata in particolare l’occasione :

  • Per ERPA presentare la sua relazione di attività, e in particolare il suo lavoro sulla biosicurezza nell’allevamento di pollame rurale(schede informative da scaricare).

  • Per AVIALTER e ANDA presentare il loro nuovo marchio che verrà apposto sulle uova all’aperto, nel rispetto di specifiche rigorose che garantiscano il benessere degli animali(allevamento al suolo, verifica dell’effettiva uscita delle galline all’esterno….) Questa è un’innovazione in Spagna, la prima volta che un’associazione per la difesa del benessere degli animali accetta di apporre il proprio logo in questo modo.

  • Per EUROGROUP FOR ANIMALS di presentare la propria azione europea per promuovere i il benessere dei polli in Europa: il loro obiettivo è essenzialmente quello di far progredire le produzioni standard. In questa occasione, la speaker Elena Nalon ha detto ai membri dell’ERPA “hai un tesoro nelle tue mani”, citando la sostenibilità, il rispetto per il benessere degli animali e la lenta crescita del pollame rurale.

Se vuoi ricevere la presentazione di questa giornata inviaci una richiesta (contact@erpa-ruralpoultry.eu)

Febbreaio 2017: Assemblea Generale de ERPA a Bruxelles

 

Il 10 Febbraio si è tenuta a Bruxelles l’Assemblea Generale ERPA, che ha celebrato il suo decimo anniversario..

All’ordine del giorno c’erano due temi principali :

  • Posizione ERPA : uno scambio con i rappresentanti della Commissione sull’impatto della normativa UE sull’allevamento di pollame rurale.

  • influenza aviaria in Europa.

Questa AG ricca di discussioni, ha permesso all’ERPA di presentare il suo lavoro circa le misure di biosicurezza applicate al pollame rurale in Francia, Italia, Spagna e Belgio. L’obiettivo dell’ERPA è definire, tramite dei depliants, misure omogenee a livello europeo da raccomandare a tutti i diversi attori delle dei settori del pollame rurale europeo.

Febbreaio 2016: Assemblea Generale de ERPA a Bucarest

L’evento, ospitato da AGROLAND, ha riunito tutti i membri dell’ERPA, nonché Tibor Szucs, rappresentante della FAO, e rappresentanti della Romania: Marian Pintur, Segretario generale dell’ANSVSA (Autorità nazionale veterinaria per la salute e per la sicurezza alimentare in Romania) e Veronica Tulpan di Vier Pfoten Romania.

I vari interventi alla GA hanno mostrato l’importanza del pollame rurale in Europa. L’allevamento del pollame rurale è già un’importante fonte di reddito per le aziende agricole familiari nell’Europa Occidentale e Meridionale dove sta diventando un settore importante nell’Europa Orientale.

“Il pollame rurale è una realtà economica importante che deve essere presa in considerazione, non si parla solo piu’ di tradizioni del passato”, ha affermato il Presidente dell’ERPA. In Europa ci sono almeno 2,5 milioni di riproduttori per la produzione di pollame rurale , consentendo la vendita di 400 milioni di pulcini all’anno, 10 milioni di ovaiole, 2.5 milioni di tacchini, 3 milioni di anatre e oche e 2.5 milioni di faraone. Secondo la stima dell’ERPA , che spera di perfezionare questi dati con l’aiuto della Commissione Europea, il piu’ grande produttore europeo di polli colorati è la Francia con 153 milioni/anno, seguita dall’Italia con 45 milioni/anno, Portogallo con 33 milioni/anno, Spagna e Ungheria con 30 milioni/anno, davanti alla Grecia 7,5 milioni/anno e Belgio 3 milioni/anno. In Romania, dove ci sono ancora poche Aziende Avicole professionali, AGROLAND ha avviato un programma di sostegno per gli agricoltori che vogliono entrare nel sistema.

L’ANSVSA (Autorità nazionale veterinaria per la salute e sicurezza alimentare della Romania ) promette di aiutare gli allevatori rumeni di pollame rurale.

In Romania, l’allevamento del pollame rurale è all’inizio del suo sviluppo, motivo per cui non esiste una legislazione specifica in questo settore. Tuttavia, “questo tipo di allevamento di pollame rurale è praticato da molto tempo in Romania , dal momento che circa il 55% della popolazione vive in aree rurali”, ha affermato Marian Pintur, che ha aggiunto che per coloro che vivono in campagna, l’attività potrebbe essere un’importante fonte di reddito. Marian Pintur ha promesso tutto il suo impegno a questo sistema d’allevamento.

Febbreaio 2015: Assemblea Generale de ERPA a Saragozza

Riunendo una gran parte degli attori dell’avicoltura rurale europea e spagnola, questa GA è stata l’occasione per fare il punto sui primi 8 anni di attività dell’ERPA e per discutere le attuali sfide dell’allevamento rurale, alla presenza dell’eurodeputato Esther Herranz-Garcia, della rappresentante europea Maria Pittman e dei rappresentanti dell’amministrazione spagnola.

Febbreaio 2013: Assemblea Generale de ERPA a Budapest

L’ERPA ha organizzato una tavola rotonda il 7 Febbraio all’Assemblea Generale sul tema: “importanza del pollame rurale sulla biodiversità”

Due professori, uno italiano Cesare Castellini della Facoltà di Agraria di Perugia e il secondo ungherese, Andras Hidas della Szent Istvan University, si sono accordati per dimostrare il ruolo importante del pollame rurale colorato nel mantenimento della biodiversità.

In effetti i sistemi di produzione intensivi hanno solo alcune linee selezionate sulle prestazioni, I ceppi colorati sono ben adattati agli ambienti e hanno molte linee.

L’incontro è stato ospitato il 6 Febbraio dal selezionatore TETRA A Bablona. Questi due giorni hanno anche permesso ai membri di fare il punto delle azioni ERPA dopo 6 anni di esistenza.

Febbreaio 2012: Assemblea Generale de ERPA a Bruxelles

Il 1° Febbraio ERPA ha organizzato un incontro con diversi deputati della Commissione per l’Agricoltura del Parlamento, tra cui Marc Taraballa, relatore del pacchetto latte e Iratxe Garcia Perez, relatrice del pacchetto qualità, seguita da una visita in Parlamento

Il 2 Febbraio, una tavola rotonda all’Assemblea Generale ha riunito Michael Erhart, capo dell’Unità Politica Qualità presso la DG AGRI, Andrea Gavinelli, capo dell’unità “Animal Welfare” presso la DG SANCO e Veronique Schmit di Euro-group per animali sul tema “Come promuovere la produzione di pollame rurale in Europa. Indicazione dei metodi di allevamento, vendite locali/dirette, aiuti alle piccole aziende agricole.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now